Cento milioni di euro a sostegno delle produzioni dell’area mediterranea

Un comparto sofferente, messo a dura prova da una serie di fattori su cui l’Europa oggi “rilancia” con fatti concreti. Con una modifica al bilancio generale europeo per il 2017, e con l’accordo del Parlamento europeo, infatti, sono stati aumentati i fondi per l’ortofrutta (proroga delle misure di sostegno eccezionali a carattere temporaneo): “Cento milioni di euro– annuncia  Giovanni La Via, (Ap/Ppe) presidente della commissione Ambiente, Sanità pubblica e Sicurezza alimentare – da destinare in particolare al sostegno delle produzioni dell’area mediterranea, che, oggi più che mai, necessitano di tutela e di una linea d’intervento chiara e decisa, capace di contrastare le criticità date dalla crisi economica e dei mercati, dagli accordi commerciali non sempre equi con Paesi extra UE, e da virus e malattie d’importazione”. Le nuove misure che potranno essere attivate grazie a questi fondi messi in campo dall’Europa, arrivano come “una boccata d’ossigeno per i produttori, e per l’economia del nostro territorio, che beneficerà così di ulteriori risorse, necessarie per rimettere in piedi un segmento importante della nostra agricoltura” e in grado di rimettere il Mediterraneo e la Sicilia, con le loro eccellenze, in primo piano. Così La Via commenta l’esito del voto di oggi, “che – dice l’eurodeputato siciliano – arriva a seguito di una battaglia durata mesi e portata avanti con decisione insieme al Ppe. Nell’agricoltura – aggiunge il Presidente della commissione Envi –continuiamo a vedere una possibilità indiscussa di crescita per i nostri territori e di nuove opportunità di lavoro per i nostri giovani”.  La modifica non arriva da sola. Nel fitto “pacchetto” di bilancio ci sono anche misure per il settore lattiero caseario, investimenti in ricerca e innovazione, oltre che risorse fresche per rafforzare le agenzie europee coinvolte in prima linea, insieme alle nostre autorità, nella gestione dell’emergenza migranti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.